Tu sei qui:Didattica / Nodi e manovre

Nodi e manovre


I nodi

Nodo per legarsi

Nodo delle guide con frizione
Serve a comporre un’asola sulla corda di cordata, cui fissare ad esempio, con un moschettone a ghiera, l’imbragatura del primo/ultimo di una cordata su ghiacciaio.

Nodi di assicurazione

Nodo barcaiolo
Usato per l’auto assicurazione e l’eventuale fissaggio di corde fisse.

Nodo mezzo barcaiolo Usato per l’assicurazione dinamica del I° e II° di cordata.
E’ importante che il capo C , sottoposto a strappo o carico, si trovi dalla parte del braccio fisso del moschettone.

Asola di bloccaggio
Permette di bloccare e successivamente liberare corde in tensione. E’ usata per le operazione di soccorso e quando si debba interrompere temporaneamente la manovra.
L’asola di bloccaggio deve sempre essere chiusa con un contronodo che evita il rischio di disfare l’asola con una trazione involontaria del capo di corda che esce dall’asola.

Nodi di unione

Sono usati per unire le estremità di corde, cordini e fettucce, e formare anelli di cordino e fettuccia o giuntare due corde per la calata in corda doppia.

Nodo fettuccia
Unico nodo che consente di unire due capi di fettuccia, usato anche per cordini. E’ buona norma lasciare le code del nodo abbastanza lunghe (almeno 5 cm). Difficile da sciogliere dopo essere stato sollecitato a trazione.

Nodo galleggiante
Nodo per la giunzione di corde di calata. E’ importante lasciare le code libere delle corde sufficientemente lunghe.

Nodo inglese doppio (a contrasto)
Usato per comporre anelli di cordino. Si scioglie facilmente anche dopo rilevanti sollecitazioni. E’ importante lasciare le code libere delle corde sufficientemente lunghe.

Nodi autobloccanti

Loro caratteristica è quella di scorrere se impugnati sui giri di cordino che lo formano e di bloccarsi automaticamente se sottoposti a trazione. Il numero di spire deve essere tanto più elevato quanto minore è la differenza di diametro tra corda e spezzone.

Nodo Prusik
E' autobloccante in tutte e due le direzioni. Si esegue con uno spezzone di cordino di 4-6 mm. Nell’eseguirlo ci si deve assicurare che i giri sulla corda non si accavallino tra di loro.

Nodo Machard con due asole E' autobloccante in tutte e due le direzioni. Con almeno 4 giri funziona anche se eseguito con corde dello stesso diametro

Uso della placchetta Gi-Gi
NB: questo sistema non deve assolutamente essere usato per assicurare il primo di cordata

Uso della placchetta GI GI come discensore in corda doppia

Uso della placchetta GI GI come freno-assicurazione per il secondo di cordata

Nodo a palla

Lo scopo dei nodi a palla (nodo delle guide con frizione ripassato) è quello di frenare e successivamente bloccare lo scorrimento della corda sul bordo del crepaccio in un eventuale caduta nello stesso. Si raccomanda l’uso su ghiacciaio innevato dove l’individuazione dei crepacci e’ piu’ difficile e nella pratica scialpinistica. Per ottenere un volume maggiore ripassare più di una sola volta l'asola.



X
Loading