Tu sei qui:Didattica / Valanghe in video

Valanghe in video


Grazie alle telecamere digitali ed ai video condivisi su internet è oggi possibile imparare dagli errori altrui stando seduti al computer...
Dalle grandi valanghe cinematografiche, ai video estremi vediamo come possano essere realmente le valanghe pericolose per gli sci alpinisti.

Distacco provocato La potenza di una grande valanga a seguito di un distacco provocato con esplosioni comandate: notare la velocità della valanga, i distacchi multipli al suo inizio e l'accelerazione progressiva, l'incanalamento e la zona di accumulo.




Le valanghe diseducative Ecco il classico video diseducativo che fa vedere pazzi scatenati in discese mozzafiato che staccano valanghe e (quasi) sempre scampano al travolgimento




La Valanga dello sci alpinista Ecco invece un video da "manuale" sulla valanga dello sci alpinista: piccolo pendio di neve bella, già percorso (si vedono le tracce di serpentina sulla destra). Lo sciatore vuole fare una nuova traccia in neve vergine e va a prendere proprio il punto più pericoloso: il centro del canale, tanta neve accumulata dal vento e dalla nevicata, bellissima da sciare ma MOLTO pericolosa ed infatti ecco che dopo poche curve parte la valanga. Fortunatamente lo sciatore riesce a scamparla. Si vedono le immagini delle dimensioni dell'accumulo, poi quelle della superficie di scorrimento e del punto di distacco. Notate l'accumulo di neve trasportata dal vento sulla cresta. La valanga non è più larga di 50 metri ma era un lastrone abbastanza spesso, dai 20 ai 40 cm.




Un canale pericoloso Un bel canale di neve fresca in Nuova Zelanda, perché non fare qualche bella curva? Lo sciatore, però, per sua fortuna, stacca subito una valanga, che parte da sotto i suoi sci e scende tutto il canale. Allora diventa subito più prudente. Dalla telecamera sul caschetto si vede come faccia attenzione alle curve, resti sempre sul bordo del canale o sui piccoli dossi. Ma ormai non può più (o non vuole) tornare indietro; trova un canale meno ripido e che sbuca su un pendio più dolce: lo percorre d'un fiato... Per fortuna gli è andata bene. Alla fine si vede come il posto fosse non molto ripido e tuttavia molto pericoloso.




Quando invece ci sei dentro... Ecco invece cosa succede quando ci sei dentro. Il punto di vista soggettivo dello sciatore. Qui non riesce nemmeno a cercare di uscire sul lato della valanga come bisognerebbe fare. Per fortuna la valanga è piccola e soprattutto con poco spessore. Lo sciatore non viene travolto completamente e riesce a rimanere in superficie. Questa volta gli è andata veramente bene.



Per chi volesse approfondire questo video una analisi ben fatta (in francese) con le foto della località sciistica e della zona della valanga sono reperibili sul forum del sito skipass.com

Può anche andare solo un po' peggio perché non si è saputo valutare bene le condizioni o semplicemente perché la voglia di scivolare è troppo forte. Ad esempio può capitare di essere davvero travolti e seppelliti ma avere amici preparati e con i nervi di ferro che sanno usare l'ARVA e la pala e ci sanno disseppellire in pochi minuti come capita al ragazzo del video. Interessante leggere i commenti sul sito di Vimeo. Si consiglia la visione a schermo intero, trattenendo il respiro quando c'è il seppellimento.

Avalanche Skier POV Helmet Cam Burial & Rescue in Haines, Alaska from Chappy on Vimeo.




Infine ricordiamo che il lastrone è sempre in agguato anche dopo molti passaggi e dove meno ce lo si aspetta...




X
Loading